Come leggere un contatore

Leggere un contatore elettrico potrebbe sembrare difficoltoso ma come ogni cosa nuova dipende sempre da come affrontiamo l’argomento. Se c’è volontà di imparare è tutto molto semplice, basta trovare qualcuno disposto a spiegare in modo comprensibile e tutto ci sembra improvvisamente facile. Ed è proprio quello che intendiamo fare in questo articolo scritto unicamente a questo scopo.

Hanno installato ormai da anni nelle nostre abitazioni un contatore elettronico monofase conosciuto anche col nome “Telegestore” così chiamato perchè permette a e-distribuzione di gestire a distanza e misurare i consumi dell’elettricità semplificando e velocizzando l’invio di tali dati ai gestori venditori di energia che puntualmente a calcoli fatti li rigireranno in fattura a noi clienti finali.

Sai leggere la bolletta del gas? Consulta la nostra guida completa 

I principali modelli monofasi installati in Italia sono il GEM e il GISM

Risultati immagini per contatore elettrici

a destra del contatore elettronico possiamo vedere un pulsante e

Risultati immagini per contatore elettrici

al centro un display a cristalli liquidi

a sinistra del display sono posizionate due piccole lucette rosse che lampeggiano quando si sta consumando energia elettrica (equivalgono alla stessa funzione della rotella del vecchio contatore quando la vedevamo girare)

Immagine correlata

questi indicatori di consumo (per il modello GEM) ad esempio se sono entrambe accese e fisse sta a significare che non c’è consumo da almeno 20 minuti.

In basso nel punto 4 della foto troviamo un interruttore che abbassando o sollevando interrompe o riattiva l’alimentazione di fornitura elettrica

Al punto 5 invece corrisponde l’interfaccia ottica riservata solo ai tecnici autorizzati ad eventuali interventi.

Tornando ora alla lettura dei dati presenti nel display troveremo in modo periodico pigiando sul pulsante 2:

  • il NUMERO CLIENTE relativo al contratto di fornitura di energia elettrica:

  • la fascia oraria reale al momento della lettura di F1 (ore di punta dalle 8,00 alle 19,00 dal lunedì al venerdì) – F2 (ore intermedie dalle 7,00 alle 8,00 e dalle 19,00 alle 23,00 dal lunedì al venerdì e dalle 7,00 alle 23,00 del sabato) – F3 (ore fuori punta dalle 00,00 alle 7,00 e dalle 23,00 alle 24,00 dal lunedì al sabato e tutte le ore della domenica e dei giorni festivi). Qui sotto troviamo due esempi in due orari e quindi fasce diverse:

  • due esempi di VALORE MASSIMO DI ASSORBIMENTO in kW aggiornato ogni due minuti consentendoci di monitorare i nostri consumi (basterà lasciare acceso il solo elettrodomestico che intendiamo controllare la sua potenza termica spegnendo tutto il resto:

  • lettura di potenza:

  • periodo ATTUALE di fatturazione:

  • A1, A2, A3 consumo di energia elettrica ATTIVA rispettivamente nelle tre fasce orarie F1, F2, F3:

  • P1, P2, P3 potenza MASSIMA assorbita rispettivamente nelle tre fasce orarie F1, F2, F3:

  • periodo PRECEDENTE di fatturazione:

  • A1, A2, A3 consumo di energia elettrica ATTIVA rispettivamente nelle tre fasce orarie F1, F2, F3:

  • P1, P2, P3 potenza MASSIMA assorbita rispettivamente nelle tre fasce orarie F1, F2, F3:

  • DATA e ORA del momento della visualizzazione

 

Ti è piaciuto l'articolo?
Valutazione
[Total: 0 Average: 0]

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*